Fotoriproduzioni (pagina in corso di aggiornamento)

NORMATIVA

Il Servizio Fotoriproduzioni è disciplinato da:

– DPR 417 del 5 luglio 1995, artt. 45-49 e 61, Regolamento recante norme per le Biblioteche Pubbliche Statali

– L 4 del 14 gennaio 1993 (Ronchey) e relativi regolamenti di attuazione, recante misure urgenti per il funzionamento dei musei statali. Disposizioni in materia di biblioteche statali e di archivi di Stato.

– Regolamento interno della Biblioteca Statale di  Montevergine

– L 248 del 18 agosto 2000, Nuove norme di tutela del diritto d’autore e DL 68 del 9 aprile 2003, Attuazione della direttiva 2001/29 CE sull’armonizzazione di taluni aspetti del diritto d’autore e dei diritti connessi nella società dell’informazione.

– L. 124 del 4 agosto 2017, art. 1 comma 171

– Decreto ministeriale 108 del 21/03/2024 …

 

RIPRODUZIONI SENZA SCOPO DI LUCRO

Riproduzioni in ogni caso libere e gratuite

In particolare, l’art. 1 comma 171 della legge n. 124 del 4 agosto 2017 modifica l’art. 108 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio di cui al D. L. n. 42 del 22 gennaio 2004 e successive modificazioni. Pertanto, a decorrere dalla data del 1° settembre 2017, sono libere le riproduzioni di beni bibliografici per le sole attività di studio, ricerca, libera manifestazione del pensiero o espressione creativa, promozione della conoscenza del patrimonio culturale, svolte senza scopo di lucro.

  • La libera riproduzione si attua ESCLUSIVAMENTE nel rispetto della normativa vigente sul diritto d’autore (Legge 22 aprile 1941, n. 633 e successive modificazioni) e con modalità che non comportino alcun contatto fisico con il bene, né l’esposizione dello stesso a sorgenti luminose, né, all’interno degli istituti della cultura, l’uso di stativi o treppiedi. È altresì libera la divulgazione con qualsiasi mezzo delle immagini di beni culturali, legittimamente acquisite, in modo da non poter essere ulteriormente riprodotte a scopo di lucro.
  • La riproduzione delle Tesi di laurea e di Dottorato di ricerca può essere autorizzata esclusivamente su richiesta scritta con allegata autorizzazione e fotocopia del documento d’identità dell’autore dell’opera, nei casi in cui lo stesso autore non abbia già espresso la volontà di NON consentire la riproduzione della tesi con sua esplicita dichiarazione sottoscritta.
  • Nel modulo di richiesta è inserita la clausola con la quale l’utente dichiara di aver visionato e di accettare, senza limitazione o riserva alcuna, le indicazioni e/o qualsiasi altra nota, avviso, informativa della Biblioteca. L’accettazione di tale clausola è necessaria per accedere ai servizi di richiesta documenti.

Per coloro che non intendano avvalersi dell’uso del mezzo proprio e che intendano fruire dei servizi della Biblioteca, valgono le norme che si specificano di seguito.

Riproduzioni libere con rimborso spese

Nessun canone è dovuto per le riproduzioni richieste o eseguite da:

  • privati per uso personale o per motivi di studio, ovvero da
  • soggetti pubblici o privati per finalità di valorizzazione.
  • In entrambi i casi, è necessario che la produzione sia attuata senza scopo di lucro (articolo 108, comma 3 del Codice).

I richiedenti sono comunque tenuti al rimborso delle spese sostenute dall’amministrazione concedente. L’importo del rimborso è determinato in base ad una Tariffa unitaria, calcolata sulla base di quanto previsto dalla tabella 2 del D.M. 161 dell’11 aprile 2023.

Cfr. Listino prezzi e Canoni e corrispettivi per le fotoriproduzioni e concessioni di uso

 

Fotocopie

Il servizio è fornito dalla biblioteca. L’autorizzazione alla riproduzione del documento, richiesta su apposito modulo compilato dal lettore, dovrà essere siglata dal funzionario addetto presso la Sala di lettura.

Per conoscere le tariffe vai a Listino prezzi
Al costo totale delle fotocopie vanno aggiunte eventuali spese di spedizione postale.

Sono escluse dalla riproduzione a mezzo fotocopia:

a) opere anteriori al 1900

b) opere di grande formato, antico o moderno, giornali rilegati di grande formato, volumi prevalentemente illustrati

c) volumi in precario stato di conservazione

 

 Riproduzioni digitali (con scanner o fotocamera digitale)

Il servizio è fornito dalla biblioteca. L’autorizzazione alla riproduzione del documento, richiesta su apposito modulo compilato dal lettore, dovrà essere siglata dal funzionario addetto presso la Sala di lettura.

La riproduzione con fotocamera digitale è obbligatoria per i materiali indicati ai punti  a) e b) della sezione Fotocopie.

Per conoscere le tariffe e le modalità di pagamento vai a Listino prezzi

 

Sono esclusi dalla riproduzione:

· le tesi di laurea e di dottorato (salva espressa autorizzazione dell’autore)

· le partiture e gli spartiti tutelati dal diritto d’autore

 

RIPRODUZIONI CON SCOPO DI LUCRO

Nei casi in cui le riproduzioni di beni culturali e/o il riuso delle relative copie e immagini siano effettuati a scopo di lucro, il richiedente è tenuto al pagamento di un corrispettivo che viene determinato dalla natura della destinazione della riproduzione e dalla tiratura delle riproduzioni.

A tal fine si rimanda al testo e alle tabelle contenuti nel D.M. 161 dell’11 aprile 2023.